Cerca nel sito


Errore
  • Errore nel caricamento dei dati feed.
Circolo P.D. di San Giuliano Mil.se
Per i diritti delle lavoratrici e dei lavoratori, ogni giorno Stampa
Sabato 01 Maggio 2021

 

Cara Democratica, caro Democratico,

anche questo 1° maggio porta con sé l’amaro e lo sconforto di molte donne e molti uomini che hanno subìto le dure conseguenze della pandemia. Chi ha dovuto chiudere le saracinesche del proprio negozio e ora le sta riaprendo a stento o chi non le ha mai più riaperte, chi invece era già disoccupato e non riesce a inserirsi nel mercato del lavoro, chi è finito in cassa integrazione. Poi ci sono i giovani, costretti ad accettare contratti precari e senza tutele, che scontano un tasso di disoccupazione altissimo, al 33%. Non va meglio per le donne, anzi, colpite il doppio rispetto agli uomini: in un anno le occupate sono calate di 377mila unità, contro i 188mila occupati in meno.

Ecco, infatti, perché in molti si chiedono cosa ci sia da festeggiare questo 1°maggio. Per la seconda volta senza cortei né manifestazioni, tra incertezze e paure per il domani, noi ci siamo fermati a riflettere su quanti e quali diritti e tutele ci sono ancora da conquistare. Quante battaglie e quante lotte dobbiamo ancora portare avanti per cancellare disuguaglianze e disparità, verso una società più giusta, più equa.

Siamo partiti da quello che abbiamo fatto, per esempio a livello locale, in Comune a Milano, con la squadra del Sindaco Beppe Sala e i nostri Assessori e consiglieri. Siamo partiti quindi dal nostro impegno e dalle misure che sono state messe in campo per reagire allo tzunami del Covid. In allegato puoi trovare una sintesi di alcuni dei risultati che abbiamo ottenuto e delle proposte che abbiamo avanzato fino ad oggi.
Raccontaci, se ti va, cosa è stato fatto nel tuo Comune per raggiungere gli stessi obiettivi.

A livello nazionale, con il Piano di Ripresa e Resilienza, il Partito Democratico si è impegnato per immaginare e costruire un domani non solo di speranza, ma basato sull’inclusione sociale, sulla sostenibilità ambientale e sulla lotta alle disuguaglianze. La più grande novità del piano è la clausola di condizionalità per favorire l’assunzione delle donne e dei giovani, che sarà trasversale a tutti i progetti e varrà per tutta la durata del Piano. Una misura fortemente voluta dal Pd.

Per questo 1° maggio abbiamo deciso di inaugurare un percorso incentrato sul lavoro e dedicato alle storie delle lavoratrici e dei lavoratori, per consolidare proposte in grado di incidere e migliorare le condizioni di chi lavora nel nostro Paese. Ma di questo te ne parleremo prossimamente.

 
Storie di libertà - 25 aprile 2021 Stampa
Martedì 20 Aprile 2021

 

Cara Democratica, caro Democratico,

anche la settimana che ci lasciamo alle spalle porta con sè momenti di profonda incertezza verso il futuro, in cui c’è tanta speranza per le riaperture, per un ritorno a una vita “normale”, grazie all’arrivo dei vaccini, ma anche profonda amarezza per il modo con cui Regione Lombardia sta amministrando e orchestrando la campagna vaccinale.

Questa, infatti, è stata la settimana in cui abbiamo sancito il passaggio da un odissea all’altra: da quella dei vaccini anti-influenzali dello scorso autunno a quella dei vaccini anti-Covid. Il ché non ci stupisce, visti i precedenti degli ultimi mesi. Ma, quando sembrava per un attimo che la situazione si fosse un minimo sbloccata con il passaggio da Aria a Poste Italiane, i problemi sono rimasti. Eccome se sono rimasti.

Perché ci sono ancora moltissimi fragili, persone con invalidità al 100%, ma anche anziani e caregiver che si ritrovano a leggere messaggi del tipo: “hai sbagliato i dati o non sei previsto tra le categorie”. Persone che magari non escono di casa da un anno perché se dovessero beccarsi il Covid sarebbe una tragedia. Persone che hanno aspettato il loro turno e che ora pretendono di essere giustamente vaccinate. Ma, a quanto pare, all’inefficienza e alla disorganizzazione della giunta Fontana non c’è mai limite. Proprio per questo continueremo ad alzare la voce e a farci sentire, per tutelare la salute dei lombardi.


Ma questa è stata anche la settimana arcobaleno!

È partita dai nostri circoli l’iniziativa di esporre una bandiera arcobaleno fino a quando il disegno di legge Zan contro l’omotransfobia, la misoginia e l’abilismo non verrà approvato. Un progetto che la destra continua ad ostacolare e sminuire, come se i diritti fossero sempre un qualcosa da rimandare, un qualcosa per cui c’è sempre tempo per occuparsene. E invece il tempo è scaduto. Perché se persone come Malika, la ragazza cacciata di casa dalla sua famiglia perché innamorata di una donna, o come i due ragazzi aggrediti a Roma perché si stavano baciando oggi fossero protetti dalla legge Zan, che – senza entrare nei dettagli di ordine giuridico – ha l’obiettivo di prevenire e di contrastare tutte le discriminazioni e le violenze fondate sul sesso, sul genere, sull'orientamento sessuale o sull’identità di genere o sulla disabilità, il nostro Paese diventerebbe più civile, più giusto. Vogliamo portare un cambiamento reale nel nostro Paese!

Infine, ti segnaliamo la nostra idea per il (purtroppo secondo) 25 aprile virtuale. Abbiamo pensato di montare un video con i vostri racconti, le vostre storie, o semplici letture che hanno ad oggetto aneddoti sulla Liberazione, avvenuti nel vostro Comune o quartiere.

 
Partire per Ricominciare: al via la nuova campagna di tesseramento Stampa
Martedì 30 Marzo 2021

 

 

Cara Democratica, caro Democratico,

un anno fa ci univamo in abbracci corali sui balconi ed esponevamo striscioni con scritto “andrà tutto bene”.
Eppure, come sai, non è andato proprio tutto bene. Anche se oggi, grazie ai vaccini, la luce in fondo al tunnel la intravediamo. 

La pandemia ha lasciato un segno profondo in oguno di noi, e in particolare in chi oggi si sente arrabbiato o peggio ancora impotente, guardando ad un futuro sempre più un incerto. In chi ha perso un proprio affetto, in chi ha dovuto abbassare la sarancinesca o, ancora, in chi con mille difficoltà affronta la quotidianità a casa, dividendosi fra lavoro e cura dei figli in didattica a distanza.

Non è stato facile per nessuno, ma non abbiamo mai mollato la presa in questo anno. Ci siamo aggrappati alla forza della nostra comunità e abbiamo continuato ad impegnarci. Abbiamo raccolto beni alimentari e generi di prima necessità per chi ne aveva bisogno, abbiamo portato conforto a tanti aziani attraverso la cornetta di un telefono. Abbiamo dato voce ai lombardi stremati da una gestione fallimentare della pandemia da parte della giunta Fontana e, con i nostri consiglieri in Regione, abbiamo provato a cambiare le cose. Abbiamo fatto scelte e promosso politiche per non lasciare soli i cittadini e le cittadine a Milano Metropolitana e in Italia. 

Non è stato un anno facile neppure per il nostro partito. Abbiamo vissuto mesi turbolenti: si è chiusa la stagione del Governo Conte bis in seguito ad una crisi al buio e inaspestatta. Abbiamo assistito alle dimissioni improvvise di Nicola Zingaretti e abbiamo partecipato, con grande fiducia e speranza, all'avvio di una fase nuova e di rinnovamento con Enrico Letta.

Fare politica significa non arrendersi e continuare a credere che valga la pena far parte di una comunità per cambiare le cose e lasciare il segno.
Oggi c'è bisogno di donne e uomini capaci di immaginare l'impegno nel Partito Democratico come il partire per un viaggio
C'è bisogno di ricominciare a credere, a sperare, a sognare in grande.

È nata pensando a tutto questo la nostra campagna di tesseramento 2021 “Partire per ricominciare”.

Partire per ricominciare a lottare, per curare le ferite di cittadine e cittadini provati dalla pandemia e da una gravissima crisi sanitaria, economica e sociale. 
Insieme, possiamo e dobbiamo lottare per i nuovi diritti dei lavoratori, per uno sviluppo sostenibile, per la parità fra uomo e donna, per una società inclusiva e alla portata di tutte e di tutti. Ma per farlo abbiamo bisogno di te, delle tue idee, del tuo entusiasmo.

Sali a bordo con noi
, sii protagonista di questo viaggio, insieme possiamo fare la differenza.

Puoi iscriverti contattando il tuo circolo di riferimento oppure online sul nostro sito www.pdmilano.it.

Partire per ricominciare, perché il futuro sarà quello che realizzeremo noi, insieme a te.
Per Milano, per l'Italia, per il Partito Democratico.


Grazie per essere arrivato/a fino a qui.

 

 

 
Al via le consultazioni nei circoli Pd! Stampa
Lunedì 22 Marzo 2021

 

 

Cara Democratica, caro Democratico,

la settimana scorsa ci siamo lasciati con l’annuncio della candidatura di Enrico Letta alla guida del Partito Democratico, e oggi abbiamo un quadro più definito su quelli che sono gli obiettivi e l’assetto identitario da cui dipenderà il rilancio del nostro partito. (In allegato trovi il documento con i 21 punti programmatici)

Il suo discorso di insediamento ha toccato molte tematiche e questioni che, per noi della comunità democratica milanese, ci riguardano molto da vicino. A partire dal richiamo all’attivismo e alla partecipazione politica sui territori, un tema che la stessa segretaria Silvia Roggiani ha voluto evidenziare in più occasioni, per ribadire l’impegno e la passione con cui ogni singola donna e ogni singolo uomo mettono nell'animare la nostra comunità. E per sottolineare lo smarrimento di fronte a cui ci troviamo ogni volta che il PD viene rappresentato come lontano dalle persone e dalla strada.  
A questo proposito, a fronte delle dure parole utilizzate da Michele Serra nei confronti del Partito Democratico, nella sua "Amaca", la nostra segretaria ha scelto di rispondere in maniera molto semplice: raccontando del lavoro, della passione e dell'impegno che la nostra comunità porta avanti ogni giorno lontano dai riflettori. Il suo intervento lo trovi qui.

Sono tanti i punti del discorso di Letta che meritano una profonda riflessione, dalla centralità dei giovani e delle donne alla questione demografica, dall’ambiente alla lotta alle diseguaglianze, dal lavoro alle imprese, dallo ius soli alla valorizzazione del terzo settore. E poi l’Europa, non quella dell’austerità ma degli investimenti con Next Generation Eu. Un’Europa dove essere protagonista.

Dobbiamo essere anima e cacciavite” ha detto Letta, per essere in grado di rispondere a chi oggi si sente smarrito e deluso, a chi ha perso la fiducia nei partiti e nella politica.

A pochi giorni dal suo insediamento in segreteria, e dalla nomina dei milanesi Filippo del Corno, Irene Tinagli, Lia Quartapelle nella nuova squadra, anche noi abbiamo dato il via alle consultazioni virtuali nei circoli, per elaborare una sintesi tra i punti del documento nazionale e le proposte di militanti e iscritti che animano la politica dal basso.

Clicca qui per trovare il tuo circolo e partecipare alle discussioni online e buon lavoro!

Infine, ti lasciamo con i nostri appuntamenti della settimana e ti auguriamo buon weekend.


Grazie per essere arrivato/a fino a qui.

 

 

 
Insieme per rilanciare il Pd Stampa
Lunedì 15 Marzo 2021

 

Cara Democratica, caro Democratico,

la situazione delicata che sta attraversando il nostro Partito sul fronte nazionale non deve distogliere l’attenzione da quelli che sono i problemi reali del Paese. Per questo, rispondere ai bisogni delle cittadine e dei cittadini continuerà a essere la priorità della comunità democratica milanese e di tutta l’area metropolitana nelle amministrazioni, con proposte e idee. È grazie a voi e a tutti i volontari che arricchiscono la nostra rete di persone attive sul territorio, che riusciamo a portare avanti progetti e iniziative importanti, soprattutto in termini di solidarietà e soprattutto in un momento storico come quello che stiamo vivendo.

Abbiamo accolto in maniera positiva l’annuncio della candidatura di Enrico Letta alla guida del nostro partito: nel ringraziarlo, sappiamo che ora la priorità è quella di rilanciare insieme il Pd, con tutte le energie e le forze possibili per guardare avanti e rispondere uniti ai nuovi bisogni del Paese.

Venerdì abbiamo letto sui giornali la scelta del Sindaco Beppe Sala di aderire ai Verdi Europei.
In questi anni il Pd è stato protagonista di grandi trasformazioni a livello di mobilità e di urbanistica, che abbiamo sempre rivendicato con orgoglio e coraggio, per sostenere uno sviluppo equo e sostenibile per la città. Ed è quello che continueremo a fare con la squadra di consiglieri e assessori, al fianco del Sindaco Sala, perché sappiamo bene che, a livello amministrativo, non cambia il lavoro che abbiamo portato avanti e che porteremo avanti per i prossimi 5 anni.

Noi continueremo a lavorare in questa direzione e, fra le priorità di questa nuova fase per Milano, continuerà a esserci anche la cura e l’impegno per l’ambiente, in ogni sua forma e declinazione.
Milano deve tornare a essere la casa e la cittá delle opportunità per tutte e tutti, tenendo insieme innovazione e inclusione e rispondendo ai bisogni urgenti e alle diseguaglianze che con la pandemia, purtroppo, sono aumentate.

Il nostro obiettivo, in vista dell’importante sfida elettorale che ci attende, resta quello di essere i protagonisti di un progetto forte e inclusivo, per una città ancora più verde, giusta e innovativa. Un progetto che vede al centro anche le tue idee e le tue proposte.

Infine, ti lasciamo qui i due appuntamenti della settimana e ti auguriamo un buon weekend.

 
Chiamami ancora Milano Stampa
Lunedì 22 Febbraio 2021

 

 

Cara Democratica, caro Democratico,

per un momento, anzi, per un intero weekend, ci è sembrato di respirare un po’ di normalità. Una settimana fa, infatti, abbiamo lanciato la mobilitazione dal titolo “Ti raccontiAmo Milano” e molti di voi hanno deciso di farne parte (nonostante il gelo!). 

È stata un’occasione per incontrare le milanesi e i milanesi, per confrontarci e discutere con loro dei traguardi che abbiamo raggiunto negli ultimi cinque anni, insieme alla giunta di Beppe Sala. Non solo, perché oltre a raccogliere proposte e idee su come migliorare la nostra città, in alcuni dei banchetti che abbiamo allestito è stato possibile firmare per la proposta di legge contro il fascismo e il nazismo, promossa e voluta dal sindaco di Sant'Anna di Stazzema. La partecipazione è stata notevole e non possiamo che andarne orgogliosi, visto il continuo dilagare di episodi e rigurgiti che appartengono a uno dei periodi più bui della storia dell'umanità, e che ci impegniamo a combattere ogni giorno.

La nostra mobilitazione continua anche nei prossimi giorni. Per sapere dove saremo, clicca qui.

Ma questa settimana, a catturare la nostra attenzione, è stato soprattutto il discorso di Mario Draghi al Senato. Un discorso di alto profilo, che ha tracciato un percorso chiaro e delineato la traiettoria di un governo che dovrà tenere insieme gestione dell'immediato e riforme profonde che il nostro Paese non può rimandare. Da quella sanitaria, per una vera sanità di prossimità e territorio, alla transizione ecologica e digitale. Un discorso che mette al centro il lavoro, i giovani, la questione delle pari opportunità e la necessità di riequilibrare il gap che separa le donne dagli uomini.
Un discorso che volge lo sguardo all’Europa e all’europeismo, riconosciuto a tutti gli effetti come uno dei pilastri più importanti del nostro Paese.

In questo scenario si inserisce l’impegno del Partito Democratico, le cui priorità sono state ribadite, nero su bianco, dal nostro segretario Nicola Zingaretti (qui trovi la lettera pubblicata su La Repubblica): fermare la pandemia, vaccinare il maggior numero possibile di cittadini, creare lavoro e quindi spendere presto e bene le risorse europee, garantire politiche attive nel campo dell’occupazione, evitando che la fine del blocco dei licenziamenti diventi una tragedia sociale non più gestibile. Promuovere un piano per l’occupazione femminile.

Noi a Milano, continuiamo a fare la nostra parte e, come saprai, abbiamo lanciato il nostro slogan per sostenere Beppe Sala alle prossime elezioni amministrative: Chiamami ancora Milano. Uno slogan che racchiude le nostre priorità e i nostri obiettivi per i prossimi cinque anni, per una Milano ancora più inclusiva, aperta, solidale. Una Milano che continui a essere la città del lavoro e delle opportunità per tutte e tutti. Una Milano che oggi guarda avanti, ma non lascia indietro nessuno. Per questo continueremo sempre a chiamarla casa.

Se non hai ancora visitato il nostro sito MailScanner ha rilevato un possibile tentativo di frode proveniente da "news.pdmilano.net" www.chiamamiancoramilano.it, ti invitiamo a farlo.
Abbiamo bisogno di te e delle tue idee!

Ti lasciamo con una comunicazione di servizio e due appuntamenti importanti. Il primo riguarda l’iniziativa che abbiamo messo in campo insieme ai Giovani Democratici Lombardia per supportare le persone anziane nella fase di registrazione e prenotazione per il vaccino anti-Covid. Gli altri sono due incontri virtuali a cui ti consigliamo di partecipare!


Lunedì 22 febbraio, per il centenario della nascita del Pci, in diretta sulla pagina del Pd Milano metropolitana: "Il movimento dei lavoratori: ieri e oggi."


Martedì 23 febbraio, in diretta sulla pagina del Pd Milano metropolitana: "L'accordo sugli investimenti UE-CINA: sfide e opportunità".


Grazie per essere arrivato/a fino a qui.



 

 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 1 di 14

Risorse

Notizie dal PD