Cerca nel sito


Errore
  • Errore nel caricamento dei dati feed.
Circolo P.D. di San Giuliano Mil.se
C'è da fare e da rifare. La differenza la fai tu | Tesseramento 2020 Stampa
Lunedì 01 Giugno 2020

 

 

Cara Democratica, caro Democratico, abbiamo inaugurato la campagna di tesseramento 2020 "C'è da Fare e da Rifare. La differenza la fai tu"
Abbiamo scelto questo slogan perché crediamo che questo sia il tempo del coraggio. Il coraggio di essere in prima fila e di rimboccarsi le maniche per affrontare questa crisi sanitaria, economica e sociale, e di trasformala in un’opportunità.

Il coronavirus ci ha spiazzato, ma ha acceso in noi ancora di più la voglia di impegnarci e di fare la nostra parte. Se guardiamo indietro ripercorriamo un anno intenso, di battaglie vinte insieme, di manifestazioni nelle piazze. Il 2019 è stato l’anno della prima Festa de l'Unità plastic free al Karma, giorni di cui sentiamo nostalgia, perché probabilmente non sarà possibile replicarli nel 2020. Gli ultimi mesi ci hanno costretto a ripensare il nostro modo di fare politica e di essere comunità, trovando nuove strade per non rinunciare alla partecipazione e al coinvolgimento.

C’è da fare, perché l’emergenza del covid-19 ha cambiato le nostre abitudini e certezze, e ci sono pagine bianche da scrivere, ma c’è anche da rifare perché questa crisi ha svelato nuove povertà, nuove disuguaglianze e nuovi bisogni per i quali c’è bisogno di ripensare a un nuovo modello di società e di sviluppo delle nostre città e del nostro Paese. La differenza la fai tu: la fanno le tue idee, le tue ambizioni, la tua voglia di costruire un domani post coronavirus.

Con questa campagna di tesseramento vogliamo che ad essere protagonisti siano uomini e donne, giovani e meno giovani, che portino la loro voglia di partecipare e di dare vita ad una comunità che fa del suo impegno civico, prima che politico, il suo tratto distintivo. Perché essere parte del Partito Democratico di Milano Metropolitana vuol dire essere parte di un gruppo che con coraggio contribuisce al miglioramento di tante piccole cose, a cominciare da quello che ci sta intorno nei nostri quartieri, per il bene della collettività, dialogando con le istituzioni e con i mondi vitali. Aprendo nuove strade, come abbiamo provato a fare con l'evento Milano-Italia, scriviamo un nuovo futuro.

Il percorso che ci aspetta oggi non è dei più semplici, appare in salita, ma non esistono sfide facili e noi questo lo sappiamo bene. Se in questi anni abbiamo raggiunto traguardi importanti è stato perché non ci siamo mai arresi e abbiamo trovato la forza di rilanciare anche quando il risultato da raggiungere era lontano. Anche stavolta possiamo farlo, se accettiamo di essere in prima fila, se scegliamo di lottare e non di arrenderci.
Siamo certi, ancora una volta, che sia proprio tu quello che può fare la differenza, quello che può portare il suo contributo e scrivere il capitolo di una nuova storia.
Questo è il momento della proposta e c'è bisogno di idee e di braccia per fare e rifare. E noi contiamo su di te, sulla tua passione e sulla tua voglia di esserci, anche in questa enorme sfida per Milano Metropolitana e per l'Italia tutta.

 

 
Scriviamo un nuovo futuro | Leggi i resoconti dei 16 tavoli Stampa
Martedì 26 Maggio 2020

 

Cara Democratica, caro Democratico,

da poco più di una settimana siamo entrati nella cosiddetta fase 2, che per molte e molti è ancora sinonimo di incertezza e preoccupazione, ma anche di fatica nel guardare al futuro. Lo è, in particolare, per chi ha vissuto la perdita dei propri cari, per chi questa emergenza ha significato la messa in discussione del proprio lavoro e del proprio reddito, per la generazione di ragazzi e bambini che si trovano a vivere una scuola a distanza, per le donne che hanno dovuto farsi carico - ancora una volta - di una conciliazione spesso impossibile tra famiglia e lavoro.

Come Partito Democratico in questi mesi ci siamo impegnati al massimo e a tutti i livelli. Al governo, per mettere in campo misure straordinarie, in Europa, nelle amministrazioni locali, con i nostri sindaci schierati in prima linea per dare risposte ai cittadini, in regione,  dove abbiamo fatto sentire la nostra voce contro le scelte scellerate dell'assessore alla Sanità Giulia Gallera e del Presidente Attilio Fontana.
Crediamo però che la politica, insieme a te, alle istituzioni, al mondo produttivo, ai Sindacati, al Terzo settore, alle cittadine e ai cittadini, possa fare ancora di più. 
È per questo che sabato 16 maggio abbiamo promosso un grande evento virtuale "Milano-Italia, Scriviamo un nuovo futuro" mettendo assieme tutti gli attori della ripartenza. E ci teniamo a ringraziare tutti coloro che vi hanno preso parte, portando le loro idee e il loro contributo.

È stato un successo in termini di partecipazione e di preziosi spunti raccolti, la dimostrazione di una rinnovata voglia di protagonismo per aprire insieme nuove strade e scrivere un nuovo futuro, che immagini una società nuova, con più diritti e maggiore equità sociale.

Quello di sabato, però, non è stato un punto di arrivo, ma un punto di partenza. A questo link puoi consultare i resoconti (in aggiornamento) a cura dei moderatori di ciascuno dei 16 tavoli di lavoro, mentre qui puoi rivedere la plenaria in diretta Facebook con la segretaria metropolitana Silvia Roggiani, il segretario regionale Vinicio Peluffo, il sindaco Beppe Sala e il vicesegretario nazionale Andrea Orlando.
Se non sei riuscito a partecipare e vuoi mandarci le tue proposte di integrazione o commenti ti invitiamo a farlo, rispondendo a questa e-mail, entro lunedì 1° giugno. 
Tutte le proposte verranno trasmesse ai vari livelli di governo.

In vista del 16 maggio ti abbiamo chiesto di essere protagonista del futuro che si apre: non fermarti ora, continuiamo insieme!



 
DECRETO RILANCIO Stampa
Lunedì 18 Maggio 2020

decretorilancio

 
Milano-Italia Stampa
Mercoledì 13 Maggio 2020

 

Caro Democratico, Cara Democratica


Abbiamo alle spalle un periodo veramente complicato per il nostro Paese e per l'intero pianeta, non ancora finito. L’epidemia mondiale che ci ha colpito ha messo in discussione moltissime delle nostre certezze e ci vede oggi in prima linea nel ripensare non solo le nostre abitudini, ma anche l’organizzazione stessa della nostra società, oggi attraversata da un grande senso di insicurezza verso il futuro. Per questo, come Partito Democratico, sentiamo la necessità di impegnarci per Milano Metropolitana e per l’Italia, portando idee nuove e facendo emergere criticità e speranze in questa fase così complessa per il nostro Paese. Siamo convinti che questo sia il tempo di un nuovo protagonismo per il Partito Democratico e per tutti coloro che credono che a partire dalle difficoltà dell’oggi si possa scrivere, insieme, un nuovo futuro, per Milano e per l’Italia.

Sono questi gli obiettivi della nostra iniziativa “Milano – Italia. Scriviamo un nuovo futuro”. Una maratona virtuale che inizierà alle 14.30 con una plenaria in diretta sulla nostra pagina Facebook, aperta da meseguita dagli interventi del segretario regionale Vinicio Peluffo, del sindaco Giuseppe Sala e chiusa dal vicesegretario Andrea Orlando.

Al termine di questa, la discussione proseguirà sulla piattaforma online Go-toMeeting, con esponenti del governo, stakeholder, eletti nelle istituzioni e amministratori locali riuniti attorno a dei tavoli di lavoro. Sedici tavoli, ciascuno dedicato ad un tema specifico, Ambiente, Cultura e Turismo, Economia, Europa, Innovazione e digitalizzazione, Scuola, Università, Lavoro e Terzo settore, Commercio e PMI, Famiglie e condivisione, Sport, Sanità e Welfare, Mobilità sostenibile, Sicurezza, Difesa ed Esteri, Legalità e Giustizia.

Per iscriversi a un tavolo è sufficiente compilare questo form: bit.ly/scriviamounnuovofuturo. Successivamente saremo noi a contattarti per inoltrarti il link necessario per partecipare alla discussione. 

Ai tavoli hanno già confermato la presenza i ministri Franceschini, Amendola, Manfredi, De Micheli, Lamorgese, Guerini, i viceministri e sottosegretari Morassut, Misiani, Ascani, Puglisi, Morani, Malpezzi, Sereni, Mauri, Zampa, Giorgis, gli assessore del Comune di Milano Scavuzzo, Granelli, Maran, Tajani, Del Corno, Tasca, Galimberti, Guaineri, oltre ai nostri eurodeputati, parlamentari, consiglieri regionali e sindaci. 

Ti chiedo di aiutarci a fare girare il più possibile le informazioni sull’iniziativa condividendo sui social network i link e gli inviti! 

E - davvero molto importante - ti chiedo di iscriverti all’evento scegliendo il tavolo che maggiormente ti interessa! 

È molto importante farlo e invitare iscriversi quante più persone si riesce. 

 

Grazie per il tuo aiuto! 


Silvia Roggiani 

Segretaria Metropolitana PD Milano 

 

 
MILANO ITALIA Stampa
Domenica 10 Maggio 2020

 

 

 

 

 

Cara Democratica, caro Democratico, la pandemia del coronavirus ha messo in discussione moltissime delle nostre certezze e ci vede oggi in prima linea nel ripensare non solo le nostre abitudini, ma anche l’organizzazione stessa della nostra società, attraversata da un grande senso di insicurezza e incertezza verso il futuro.

Per questo sentiamo la necessità di impegnarci per Milano Metropolitana e per l’Italia, portando idee nuove e facendo emergere criticità e speranze in questa fase così complessa. Certo, non perdiamo la nostra vocazione propositiva ma, al tempo stesso, vogliamo metterci in ascolto.
Siamo convinti che questo sia il tempo di un nuovo protagonismo per tutti coloro che credono che a partire dalle difficoltà dell’oggi si possa scrivere, insieme, un nuovo futuro, per le nostre città e per il Paese. 

Facciamolo sabato 16 maggio: partecipa anche tu all'iniziativa “Milano – Italia. Scriviamo un nuovo futuro”. Una maratona viruale che inzierà alle 14.30 con una plenaria in diretta sulla nostra pagina Facebook, aperta dalla segretaria Silvia Roggiani, seguita dagli interventi del segretario regionale Vinicio Peluffo, del sindaco Giuseppe Sala e chiusa dal vicesegretario Andrea Orlando.
Al termine di questa, la discussione proseguirà sulla piattaforma online Go-toMeeting, con esponenti del governo, stakeholder, eletti nelle istituzioni e amministratori locali riuniti attorno a dei tavoli di lavoro. Sedici tavoli, ciascuno dedicato ad un tema specifico, Ambiente, Cultura e Turismo, Economia, Europa, Innovazione e digitalizzazione, Scuola, Università, Lavoro e Terzo settore, Commercio e PMI, Famiglie e condivisione, Sport, Sanità e Welfare, Mobilità sostenibile, Sicurezza, Difesa ed Esteri, Legalità e Giustizia.

Per iscriversi a un tavolo è sufficiente compilare questo form: bit.ly/scriviamounnuovofuturo. Successivamente saremo noi a contattarti per inoltrarti il link necessario per partecipare alla discussione.

Ai tavoli hanno già confermato la presenza i ministri Franceschini, Amendola, Manfredi, De Micheli, Lamorgese, Guerini, i viceministri e sottosegretari Morassut, Misiani, Ascani, Puglisi, Morani, Malpezzi, Sereni, Mauri, Zampa, Giorgis, gli assessore del Comune di Milano Scavuzzo, Granelli, Maran, Tajani, Del Corno, Tasca, Galimberti, Guaineri, oltre ai nostri eurodeputati, parlamentari, consiglieri regionali e sindaci.

Vieni e porta le tue idee: scriviamo insieme un nuovo futuro!


    

 

 

 
PRIMO MAGGIO Stampa
Venerdì 01 Maggio 2020

 

Cara Democratica, caro Democratico, 

quello di quest'anno è un 1° maggio diverso e soprattutto amaro per i tanti a cui questa emergenza ha portato via il lavoro

Per la prima volta nella storia della Repubblica questa giornata si svolge senza cortei né manifestazioni, tra incertezze e paure per il domani, con previsioni ben poco rassicuranti da parte dei sindacati che stimano il raddoppio della disoccupazione a Milano Metropolitana, entro la fine dell'anno.  

Il 2020 scandisce anche il 50esimo anniversario dell'approvazione dello Statuto dei Lavoratori: un anno importante e significativo, che ci invita ad una riflessione sul tema dei diritti ancora da conquistare e delle tutele ancora da garantire.

Di fronte alla enorme crisi del mondo del lavoro cui ci ha costretto questa pandemia è indispensabile impegnarci per le donne e gli uomini che - oggi più che mai - hanno paura di programmare il loro futuro, ancora troppo incerto. 

L'Italia è ancora fondata sul lavoro? Ce lo siamo chiesti, un po' provocatoriamente. Una domanda a cui abbiamo voluto che, nella giornata dedicata ai lavoratori e alle lavoratrici, fossero loro a rispondere
Nell'impossibilità di scendere in piazza, abbiamo promosso un "corteo virtuale" sulla nostra pagina Facebook per dare voce a donne e uomini che hanno perso il lavoro o hanno dovuto reinventarlo o continuano a cercarlo, donne e uomini che faticano a immaginare un domani migliore perché l’insicurezza permea le loro vite. Ma anche donne e uomini che onorano il loro lavoro ogni giorno, con amore e con passione.
Scopri sulla pagina del PD Milano Metropolitana le storie di Edoardo (rider), Silvia (neolaureata), Umberto (tassista), Giusy (medico di base), Stefano (gastronomo in un supermercato), Maura (insegnante), Paolo (operaio), Simona (impiegata), Antonio (presidente di un'associazione sportiva), Beatrice (bibliotecaria), Giorgio (commerciante), Luana (educatrice), Pasquale (partita iva, autista di NCC), simbolo di un Paese intero che nonostante tutto resiste e non smette di lottare!
Queste storie devono spingerci come Partito Democratico a rilanciare a livello nazionale una nuova stagione di diritti e tutele, che modernizzi lo Statuto dei Lavoratori e garantisca la possibilità di immaginare e progettare un futuro sereno. 


L'augurio che ti facciamo, e che ci facciamo, è che il prossimo sia davvero il 1° maggio di tutti e tutte, anche di coloro che lo stanno ancora aspettando.



Intanto lunedì sarà il 4 maggio, una data che segna la riapertura di molte attività: stiamo per entrare in una fase delicata nella Regione che ha pagato il prezzo più salato di questa pandemia.
Soprattutto a causa di una gestione inadeguata, da parte di chi è al governo della Lombardia. 
Questa crisi ha dimostrato il fallimento del progetto di sanità lombarda voluto e costruito da destra e Lega, che in venti anni ha cancellato la medicina di prossimità territoriale e la prevenzione. 

Ora serve un deciso cambio di passo da parte della Regione Lombardia, che passi anche attraverso le dimissioni dell'assessore al Welfare e Sanità Giulio Gallera.

 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 2 di 11

Risorse

Notizie dal PD